lettura contatore acqua

Lettura contatore acqua

E’ importante saper leggere il contatore dell’acqua, in modo da poter tenere sempre sotto controllo i consumi idrici e comunicarli periodicamente al gestore. Così non si incorrerà in stime e addebiti di metri cubi aggiuntivi, che possono portarci a spendere di più in attesa di eventuali conguagli.

Com’è fatto il contatore dell’acqua?

Il contatore dell’acqua è solitamente posto fuori dall’abitazione, in un’apposita cassetta di plastica o di metallo. Esso è costituito da due parti, il blocco contatore e i tubi in entrata e in uscita.

Ci sono due tipi di contatori:

  • Contatore a lancette: simile ad un orologio, meno immediato da leggere.
  • Contatore a lettura diretta: come dice il nome, la sua lettura è molto più semplice e intuitiva.

Come leggere il contatore dell’acqua?

Il metodo di lettura è piuttosto semplice in entrambi i casi. Ricordate che tutti i valori sono espressi in metri cubi.

  • Per quando riguarda i contatori più vecchi, questi saranno quasi sicuramente nel modello a lancette. Esso è costituito da degli indicatori neri che indicano i metri cubi, mentre gli indicatori rossi indicano le cifre decimali (che andranno a destra della virgola). Il metodo di lettura ricorda alla larga quello di un orologio: basterà annotare tutte le cifre indicate dalle lancette nere. Sotto ogni quadrante è riportato un moltiplicatore (x1000, x100, x10, x1) il quale indica semplicemente che la prima lancetta indica le migliaia, la seconda le centinaia e via discorrendo. Se l’indicatore è posto a metà fra due numeri, si deve annotare il numero più basso. Nel caso in cui si sospetti una perdita, è importante controllare anche le cifre rosse, che monitorano le variazioni più fini.
  • Il modello a lettura diretta è invece molto più semplice da leggere. Basterà infatti annotare cifre nere prima della virgola. Nel caso in cui un indicatore risulti a metà tra due valori, bisognerà considerare la cifra più piccola.

Se il contatore non si legge?

Può capitare che alcuni contatori risultino poco leggibili o addirittura danneggiati. Essendo situato all’esterno, il contatore è continuamente esposto agli agenti atmosferici che possono opacizzarne il pannello e renderne praticamente impossibile la lettura. In questo caso, l’unica soluzione sarà provvedere a farlo sostituire. Il contatore infatti serve a “tenere il conto”: averlo illeggibile lo renderà inutile sia per voi che per le rilevazioni della compagnia fornitrice.

Come comunicare l’autolettura? L’autolettura può essere comunicata alla compagnia di forniture idriche per via telefonica o via app, qualora il vostro fornitore preveda questa opzione. Basterà chiamare il numero verde indicato sulla bolletta e seguire le indicazioni. Quando indicato, digitare le cifre tramite la tastiera del telefono. L’autolettura va effettuata entro la scadenza indicata nella fattura.